Wednesday, May 03, 2006

MSF - Milano Senza Frontiere








Da venerdì 5 fino lunedì 8 a Milano in piazza Duomo ci saranno
Medici Senza Frontiere con Un Campo Rifugiati in Città, l' esposizione itinerante con la ricostruzione di tutto il necessario per un campo di accoglienza profughi. Questa è l' ultima otto tappe
, Roma, Bari, Napoli, Pisa, Bologna, Verona, Genova e in fine Milano. Sembra il campo è allestito in un piccolo spazio transennato, tutto è posizionato per bene, si segue un percorso e in fondo si passa dalla tenda dove è allestito un banco informazioni ben fornito.
Quando ho iniziato la passeggiata all' interno del "campo" mi è sembrato molto stupido guardare tutti quegli oggetti, le tende, le taniche dell' acqua, pensare ad un' esperienza di vita estrema piena di orrore e poi alzare lo sguardo e vedere i turisti al dila delle transenne che mangiano il gelato e fanno la foto ricordo in piazza, ti sembra di fare un giro in un parco per bambini, e la cosa potrebbe essere simile ad un simpatico villaggio delle curiosità, anche le didascalie delle fotografie che accompagnano l' esposizione iniziano con un tono artefatto, come se fossero le istruzioni di un gioco.

È praticamente impossibile per noi che abbiamo sempre goduto dei diritti base della società comprendere la vita da profugo
.
Ma man mano che si prosegue si inizia ad avere un' idea delle malattie,
della fame, e del pensiero di aver visto la propria casa distrutta. Basta avvicinarsi ad uno dei volontari dell' associazione che fa da guida per rendersi conto del vero scenario che hanno solitamente gli oggetti esposti intorno. Come per il mobiletto termico che serve per trasportare le medicine, ed è raffreddato con il ghiaccio da freezer (quelli blu che portiamo al mare), in posti dove la norma sono 40 gradi, oppure andare alla tenda dove si ricoverano i bambini mal nutriti dove c' è la dottoressa che fa la dimostrazione con il laccio per verificare la malnutrizione, io ho scoperto una definizione come malnutrizione severa (!), o edema, quando il corpo del bambino si gonfia perchè per la denutrizione il corpo non riesce più ad assumere l' acqua e allora questa si deposita tra i muscoli (...) Quest iniziativa di Medici Senza Frontiere è molto importante, la gran parte delle persone oggi sono completamente inconsapevoli delle sofferenze subite al di là delle prorprie frontiere nazionali, basta un piccolo sforzo per iniziare a sensibilizzare la propria coscienza e iniziare a partecipare ad un progetto di solidarietà.














Sul sito trovate anche il cartoon. È molto carino, guardatelo.

4 Comments:

Blogger estrella said...

MOLTO BELLO, grazie per aver dato questa informazione, io non ho visto il campo ma, il tuo racconto è stato interessante toccante.
Ogni volta che mi imbatto in iniziative come questa mi sento, oltre che fortunata a vivere qui, anche un po' inutile, io me ne sto qui nel mio benessere, dove tenda e simbolo di "vacanza alternativa" mentre per qualcuno è l'unica casa che hanno mai visto e sicuramente mai vedrà, ammiro e stimo tantissimo tutte le persone che danno il loro contributo in associazioni come MSF. Io so solo dare il mio piccolo sostegno sperando che sia una goccia che compone il mare. Grazie un bacio Estrella13061973

17:31  
Blogger fuzz-tone said...

Grazie.
Purtroppo il concetto di altruismo non è così diffuso e prevale solo il cinico qualunquismo, che magari passa come sarcasmo di basso profilo.
Quelli di MSF adesso stanno facendo la campagna per avere il 5 per mille.
Sarebbe utile fare un po di propaganda a chi deve scegliere a chi dare questi soldi.
Le associazioni sono tante, ad esempio ci sono anche le Mamme Antifasciste.
Basta fare un giro su internet.

13:02  
Blogger estrella said...

Si, ho visto e sto spargendo la voce, a chi fa dichiarazione dei redditi, ce ne sono molte di onlus che possono avere il contributo. trovo interressante anche la campagna 5 euro al giorno sempre di MSF, per chi lavora 20 euro al mese sono una cavolata. Aderite aderite aderite. Le donazioni sono anche scaricabili fiscalmente........
besos a todos

14:27  
Blogger fuzz-tone said...

AH! Mi sono dimenticato di dire che in ogni città dove si svolge l' eposizione si terranno degli incontri e dei concerti all' interno del Campo Rifugiati.
Oggi per esempio alle cinque c' è il concerto Infernal Quinlan musica di frontiera statunitense e messicana, e alle sei la conferenza "I rifugiati in Italia. Assistenza e Accoglienza".
Controllate il programma sul sito, gli eventi durano fino a lunedì, ultimissimo giorno di tutta la manifestazione.

15:47  

Post a Comment

<< Home